Parola loro

Gli adolescenti parlano. Non ho detto "chattano", esattamente "parlano". Greta (16 anni), Simone (15 anni)... chissà quanti altri ce ne sono, di ragazzini coraggiosi che sfidano i "grandi", con un'idea in testa e le parole per dirlo. Si dice, quindi, spesso in buona fede: "Bene! Allora per il futuro possiamo sperare!". Io non sarei tanto fiduciosa, … Leggi tutto Parola loro

Annunci

Vengo anch’io… no tu no!

In questi giorni di redditi e cittadinanze, di legittimità e difese, di tunnel e di caverne, è passata piuttosto inosservata una notiziola sulla scuola di Massa: si organizza la visita d'istruzione ma gli insegnanti disponibili ad accompagnare gli alunni sono troppo pochi. Allora, la Dirigente scolastica decide di selezionare chi parte e chi resta, e … Leggi tutto Vengo anch’io… no tu no!

Vorrei fare un titolone aggressivo, ma…

... proprio non lo so fare. Ad un'insegnante si addice uno stile serio e pacato, un tono fermo e nello stesso tempo benevolo. Allora perché la tristezza negli occhi, perché un lampo di indignazione? Questo leggo nel viso della dolce collega della scuola di Castelnuovo che aveva in classe i bambini deportati (oops.... mi è … Leggi tutto Vorrei fare un titolone aggressivo, ma…

La scuola e il ciclone.

Paure, minacce, violenza strisciante... comunicazione direttamente o indirettamente aggressiva... tira un'aria bruttissima, nel Bel Paese. Un'aria di tempesta, che sembra voler scoperchiare i tetti delle nostre case, delle nostre positività per il presente. Non parliamo di prospettive per il futuro. La scuola ha sempre le porte aperte, e perciò il vento entra e rovescia le … Leggi tutto La scuola e il ciclone.

Scuola e Stato

... sembra facile. Progetti "legalità"? Incontri tra studenti, di ogni ordine e grado, e membri delle istituzioni, di ogni ordine e grado? Il vicepremier, Ministro dell'Interno della Repubblica, Matteo Salvini, (sì, proprio lui) va in visita presso una scuola elementare e si sottopone ad un simpatico role play, si direbbe in didattichese trendy: si fa … Leggi tutto Scuola e Stato

senza lingua

Chiamateli "incompetenti", "superficiali"... e avrete sottostimato la portata delle loro decisioni politiche. Nel Decreto impropriamente definito "Sicurezza", anche il taglio all'insegnamento dell'italiano agli immigrati, se non a quelli sotto protezione internazionale. Il che significa che ogni bambino o bambina, ragazzino o ragazzina, uomo o donna, espulso dal proprio paese dalla miseria, dalla guerra o dal … Leggi tutto senza lingua